Recupero e restauro di una cascina a Palazzago

Riqualificazione di complesso immobiliare

L’edificio si colloca in una frazione di Palazzago, entro un insediamento di antica formazione che si può definire di estrazione rurale. L’azione di recupero e riqualificazione del complesso immobiliare in oggetto,  riflette sul paesaggio l’occasione di un miglioramento qualitativo dello stesso e del  territorio. Intervento privato che diventa di interesse collettivo per gli effetti di recupero sul territorio e sul paesaggio. L’ambiente in cui si colloca il borgo storico di cui fa parte la proprietà oggetto dell’intervento è collinare, intervallato da boschi cedui e tratti di coltivo.  Evidente l’intervento antropico e l’uso del territorio devoto alla coltura della vite, tanto da definirne l’orografia. Rimane comunque forte l’impatto naturale e incontaminato che il territorio emana. Il paesaggio è ricco in ogni suo aspetto, tanto da pervadere chiunque attraversi la località. Silenzio, profumi, suoni della natura, tranquillità, sono le sensazioni che questo ambiente emette a frequenza continua. Alta è la sensibilità paesaggistica  e il borgo rientra nei beni immobili di interesse artistico e storico ex D. Lgs. 490/99, art .2.

La tipologia costruttiva è di tipo rurale, povera nei materiali e nella composizione architettonica. Nullo se non assente qualsiasi tipo di pregio storico e architettonico. I materiali sono di estrazione locale così come la tecnica costruttiva influenzata da un processo autonomo locale avvenuto mediante il confermarsi di tipologie costruttive succedutesi con continuità.

La matrice edilizia dell’intero complesso immobiliare per estrazione culturale deriva dalla casa-corte che si differenzia da quest’ultima solo per lo sviluppo allungato e non quadrangolare (come consono ad un impianto di questo tipo) dato dal fatto che tutto il borgo storico segue e si impianta lungo la linea  morfologica della collina.

E’ confermata la gerarchia  funzionale dei piani. Il piano inferiore in tutta la proprietà, anche nella porzione non oggetto dell’intervento, era per gli usi connessi con la maggior facilità di accesso: stalla, deposito e lavoro in genere. Ai piani superiori era esclusivamente residenziale.

Leave a Reply